Musica Rifugiata: “Perdonateci se i nostri corpi urtano le vostre spiagge”

Il musicista siriano Tarik Aslan, insieme al gruppo “Orta'k Doğu“, ha realizzato un brano dal nome ...

zazoom
Commenta
Musica Rifugiata: “Perdonateci se i nostri corpi urtano le vostre spiagge” (Di venerdì 14 febbraio 2020) Il musicista siriano Tarik Aslan, insieme al gruppo “Orta'k Doğu“, ha realizzato un brano dal nome “Mülteci Makamı” (Musica Rifugiata). Un pezzo che attira l'attenzione dell'opinione pubblica sulla situazione dei rifugiati siriani e non solo. di Murat Cinar Nel testo si legge una notevole critica nei confronti delle persone che definiscono i rifugiati come un problema e un peso, ignorando l'aspetto umano di questa immigrazione forzata e causata dalle guerre. Un testo che critica ampiamente anche (...) - Media / Musica, Immigrazione, Immigrati, Rifugiati, , Rifugiati siriani Leggi su feedproxy.google
Zazoom Tv - Live Video Breaking News
Segui gli aggiornamenti e vedi gli ultimi video su : Musica Rifugiata

© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore.
zazoom
Zazoom Info
-
Cerca Tag : Musica Rifugiata Musica Rifugiata “Perdonateci nostri corpi