È in Italia la prima Università per i rifugiati

È in Italia la prima Università per i rifugiati Già 480 persone iscritte ai vari ai servizi e ai diversi corsi di laurea, in maggior parte ...

zazoom
Commenta
È in Italia la prima Università per i rifugiati (Di lunedì 14 gennaio 2019) Già 480 persone iscritte ai vari ai servizi e ai diversi corsi di laurea, in maggior parte uomini, tra i 18 e i 34 anni, che vivono nei campi profughi, in paesi dove infuria la guerra o dove i diritti umani sono calpestati. Tutto questo è l'Università per i rifugiati, la prima e per ora l'unica al mondo, un progetto pensato e realizzato nel 2017 da Uninettuno, ateneo telematico internazionale che eroga corsi in e-learning. "Il nostro obiettivo è aiutare i giovani e anche i meno giovani, che si trovano in una situazione drammatica della loro vita, ad accedere gratuitamente al sapere", spiega all'AGI il rettore di Uninettuno, Maria Amata Garito. "L'idea ci è venuta nel 2015, anno di forte immigrazione verso l'Italia. Io e i miei collaboratori ci siamo detti che non è giusto ...
agi
twitterchiellini : Prima vittoria del 2019 e quarti di Coppa Italia raggiunti. Avanti così!!! #BolognaJuve - matteosalvinimi : #Salvini: Domani mattina incontrerò il commissario europeo all'immigrazione #Avramopoulos e gli dirò che prima di q… - Antonio_Tajani : Cesare Battisti venga fatto rientrare quanto prima in Italia e sconti la pena senza alcuna concessione a suo favore… -

Dalla Rete Google News

È in Italia la prima Università per i rifugiati - AGI - Agenzia Giornalistica Italia
È in Italia la prima Università per i rifugiati  AGI - Agenzia Giornalistica Italia

L'ateneo telematico Uninettuno ha raccolto iscrizioni a corsi e servizi da 480 migranti provenienti da diversi Paesi. Il rettore Garito: "Sono esseri umani con la ...


Zazoom Tv - Live Video Breaking News
Segui gli aggiornamenti e vedi gli ultimi video su : Italia prima

© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore.
zazoom
Zazoom Info
-
Cerca Tag : Italia prima Italia prima Università rifugiati
Clicca qui e commenta questo post!