Ho fame : Pensionata chiama i poliziotti che arrivano e le preparano ...Alberto Zangrillo : Il coronavirus non esiste piùA Striscia la notizia Eleonora sei normale di Igor NogarottoLa piccola Evelyn scomparsa durante una passeggiata : Salvata dal ...Zinco: proprietà e benefici per la salute Addio l'autocertificazione : Da Mercoledì 3 giugno via libera agli ...Migliaia Gilet Arancioni nelle piazze: Vogliamo un governo votato dal ...Belen Rodriguez dolcissima e al naturale nel scatto con il neonatoAll'ultimo cinguettio... Trump contro Twitter, chi vincerà?Lady Gaga in lacrime per l'uscita del nuovo albumGTA Online: tributo alla Weeny IssiRiapertura regioni, Zaia dice si ai lombardi: “nessuno può uscirne ...Arkane Studios celebra il ventennale con il download gratuito di Arx ...Afroamericano George Floyd ucciso: violenti scontri a Minneapolis, un ...Cane chiuso da giorni in una cantina di Torino salvato dai vigili
di

Coronavirus : Sugli scontrini la tassa Covid da 2 a 4 euro

Coronavirus : Sugli scontrini la tassa Covid da 2 a 4 euro
L'associazione parla di un vero Far West illegale che potrebbe configurare il crimine di frode e ...
Coronavirus : Sugli scontrini la tassa Covid da 2 a 4 euro

Coronavirus : Sugli scontrini la tassa Covid da 2 a 4 euro
L'associazione parla di un vero Far West illegale che potrebbe configurare il crimine di frode e contro il quale Codacons presenta un reclamo alla Guardia di Finanza e all'Autorità antitrust.

"La Covid tax appare in Italia, un'imposta da 2 a 4 euro applicata dai commercianti ai propri clienti e inserita direttamente in aggiunta alla ricevuta di vendita, per finanziare i maggiori costi sostenuti dalle società a causa del coronavirus. Codacons scrive questo, che per giorni ha ricevuto segnalazioni dai consumatori sugli aumenti dei prezzi e le spese originali applicate dai commercianti. L'associazione parla di un "vero selvaggio West illegale che potrebbe configurare il crimine di frode e contro il quale Codacons presenta una denuncia alla Guardia di Finanza e all'Autorità per la concorrenza.

"Molti consumatori hanno segnalato a Codacons un sovrapprezzo, in media da 2 a 4 euro, applicato in particolare da parrucchieri e saloni di bellezza ai propri clienti - precisa il presidente Carlo Rienzi - Una tassa inclusa nella ricevuta di vendita con il Articolo "Covid" e che verrebbe imposto come contributo obbligatorio per sostenere le spese degli operatori per i servizi igienico-sanitari e la sicurezza dei locali ".

"Abbiamo anche registrato - aggiunge Rienzi - casi di centri estetici che obbligano i clienti ad acquistare un kit monouso composto da kimono e pantofole in loco, per la modica somma di 10 euro - aggiunge Rienzi - Chi non paga questo" imposta "e non acquistare il kit, non può sottoporsi a trattamenti, sempre per le esigenze di Covid".
Zazoom Tv - Live Video Breaking News
Segui gli aggiornamenti e vedi gli ultimi video su : Coronavirus
Scritto da Alessia Mogevero
zazoom
- 5 5 5
© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore - Immagini e foto presenti sono a scopo esemplificatico
Cerca Tags : AttualitàCoronavirusSugliscontrinitassa Di' la tua e commenta questo post!