Ho fame : Pensionata chiama i poliziotti che arrivano e le preparano ...Alberto Zangrillo : Il coronavirus non esiste piùA Striscia la notizia Eleonora sei normale di Igor NogarottoLa piccola Evelyn scomparsa durante una passeggiata : Salvata dal ...Zinco: proprietà e benefici per la salute Addio l'autocertificazione : Da Mercoledì 3 giugno via libera agli ...Migliaia Gilet Arancioni nelle piazze: Vogliamo un governo votato dal ...Belen Rodriguez dolcissima e al naturale nel scatto con il neonatoAll'ultimo cinguettio... Trump contro Twitter, chi vincerà?Lady Gaga in lacrime per l'uscita del nuovo albumGTA Online: tributo alla Weeny IssiRiapertura regioni, Zaia dice si ai lombardi: “nessuno può uscirne ...Arkane Studios celebra il ventennale con il download gratuito di Arx ...Afroamericano George Floyd ucciso: violenti scontri a Minneapolis, un ...Cane chiuso da giorni in una cantina di Torino salvato dai vigili
di

Nuova sperimentazione con farmaco eculizumab contro coronavirus

Nuova sperimentazione con farmaco eculizumab contro coronavirus
Gli ospedali Asl Napoli 2 Nord, Pozzuoli, Ischia, Frattamaggiore e Giugliano stanno sperimentando ...
Nuova sperimentazione con farmaco eculizumab contro coronavirus

Nuova sperimentazione con farmaco eculizumab contro coronavirus
Gli ospedali Asl Napoli 2 Nord, Pozzuoli, Ischia, Frattamaggiore e Giugliano stanno sperimentando un nuovo farmaco, l'eculizumab, un anticorpo monoclonale prodotto con tecnologia del DNA ricombinante e già approvato per il trattamento della malattia. La terapia con questo farmaco è già in fase di sperimentazione in Francia, ma la sperimentazione è iniziata in 20 ospedali napoletani con 20 pazienti, che attualmente costituiscono il maggior numero di casi al mondo in cui questo tipo di approccio terapeutico è in fase di sperimentazione; Gli ospedali sono monitorati da un centro di ricerca a Boston, negli Stati Uniti.

L'eculizumab, come il tocilizumab, non combatte direttamente il coronavirus Covid-19 o Sars-Cov-2, responsabile della malattia, ma agisce sulla risposta infiammatoria polmonare, quindi, sulla polmonite virale interstiziale; Tuttavia, a differenza del farmaco testato a Cotugno, il farmaco americano non agisce nella parte finale del processo infiammatorio ma a monte, con la possibilità di bloccare i sintomi prima che si manifestino gravemente. La nuova terapia sperimentale è al centro di ricerche simili in corso negli Stati Uniti; i primi risultati dello studio saranno pronti nei prossimi giorni, la ricerca sarà pubblicata su riviste scientifiche internazionali e tra i firmatari ci saranno anche tre scuole primarie di Santa Maria delle Grazie a Pozzuoli (La Schiana): Francesco Diurno, responsabile della terapia intensiva, Fabio Numis , capo della medicina d'urgenza, e Gaetano Facchini, capo dell'oncologia

Il trattamento in fase di test negli ospedali napoletani, sviluppato l'11 marzo, prevede 3 fiale a settimana, per un massimo di 4 settimane; il costo totale è di 73.200 euro, ma la società farmaceutica sostiene completamente i costi fornendo gratuitamente i medicinali necessari. Contrariamente a quanto accade negli Stati Uniti, negli ospedali napoletani il trattamento non viene testato solo con pazienti non intubati, ma anche con quelli intubati per meno di 24 ore e l'uso di anticoagulanti per combattere i fenomeni trombotici nel microcircolo aggiungere alla terapia. polmone che può essere causato dal virus. Due pazienti, trattati con questa terapia, hanno interrotto la rianimazione e sono tornati al normale ricovero.
Zazoom Tv - Live Video Breaking News
Segui gli aggiornamenti e vedi gli ultimi video su : Nuova
Scritto da Vito Manzione
zazoom
- 5 5 5
© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore - Immagini e foto presenti sono a scopo esemplificatico
Cerca Tags : SaluteNuovasperimentazioneconfarmaco Di' la tua e commenta questo post!