Come perdere peso velocemente: 3 semplici passaggiIl farro rispetto al grano comune è gluten free?Subito i test degli anticorpi per permette di distinguere i ...Cura Italia, quando ne usciremo? Coronavirus e quarantena, parla il ...Tutti morti : Coronavirus, aereo con a bordo medici e un paziente ...Tom Hanks e Rita Wilson sono guariti dal Coronavirus e sono tornati a ...L'avvocato Luca Di Carlo annuncia lo sciopero contro il Governo ConteCoronavirus, l’Italia supera i 10 mila morti e i 92 mila contagiatiPolemiche su Barbara d'Urso ... attaccata dai veterinariCoronavirus, Roby Facchinetti : A Bergamo è peggio di come la ...Xiaomi annuncia Mi 10, Mi 10 Pro e Mi 10 Lite 5GGrande Fratello Vip 2020 : Fernanda Lessa minaccia Antonella EliaCoronavirus, Naomi Campbell sui social posta il video di Vincenzo De ...Matrimonio rimandato, Enzo Miccio rassicura: Nulla andrà perduto. Si ...Non è mai troppo tardi : A 70 anni Corinne Clery è di nuovo innamorata
di

Coronavirus: rallentano i contagi, ma il numero dei morti è sempre alto

Coronavirus: rallentano i contagi, ma il numero dei morti è sempre alto
Il capo della Protezione civile oggi nella conferenza stampa quotidiana ha fatto il punto sul ...
Coronavirus: rallentano i contagi, ma il numero dei morti è sempre alto

Coronavirus: rallentano i contagi, ma il numero dei morti è sempre alto
Il capo della Protezione civile oggi nella conferenza stampa quotidiana ha fatto il punto sul coronavirus in Italia. Le infezioni rallentano, ma le vittime sono più alte di ieri. "Cominciamo con il numero di persone guarite oggi, il numero è 894, per un totale di 8326, i positivi sono aumentati di 3612 con un totale di 54.030 dall'inizio dell'emergenza in Italia". Di questi 28.697 infetti sono in isolamento domestico, mentre 3.393 sono ricoverati in terapia intensiva (questo è il 6%). Il bilancio delle vittime è in aumento rispetto a ieri: 743 morti. Il numero di decessi è aumentato, ma le infezioni sono rallentate per tre giorni. Anche se durante la conferenza stampa di lunedì 23 marzo, il presidente della ISS Silvio Brusaferro non si è sbilanciato: "Non ho voglia di andare troppo lontano, anche perché oggi vediamo gli effetti di quello che è successo due settimane fa. Notiamo che le misure funzionano ma è presto per parlare di tendenze in calo ".

Le regioni più colpite rimangono la Lombardia e l'Emilia Romagna. “La tendenza al ribasso è confermata, forse è il primo giorno positivo di questo mese molto duro. - ha dichiarato l'assessore al welfare Giulio Gallera nella conferenza di lunedì 23 marzo - Non è il momento di rilassarsi e cantare la vittoria. Ma vediamo la luce in fondo al tunnel. Dobbiamo essere concentrati. Ma cominciamo a vedere i risultati dei sacrifici che stiamo facendo." Brescia ha ancora il maggior numero di positivi con 6.471 casi (un aumento giornaliero di +255, ieri era stato +347), seguito da Bergamo con 5.905 positivi (+588).

Sempre lunedì 23 marzo, il numero di casi positivi in ??Emilia-Romagna è salito a 8.535: 980 in più rispetto a domenica. "Una percentuale in linea con i giorni passati, anche se non vediamo un netto calo", ha spiegato il commissario per le emergenze, Sergio Venturi. In queste ore si è parlato anche del fenomeno dei casi sommersi, cioè di quelli asintomatici che non sanno di aver contratto Covid-19 e quelli che sono a casa. Secondo il capo della Protezione civile Angelo Borrelli per ogni infezione ufficiale, ce ne sono almeno dieci "invisibili": "Il rapporto di un paziente certificato per ogni dieci senza censura è credibile", ha spiegato Borrelli. E se è così, un rapido calcolo sui dati reali di ieri, oltre 60 mila infezioni, è sufficiente per parlare dell'ipotesi di 600 mila contagi.
Zazoom Tv - Live Video Breaking News
Segui gli aggiornamenti e vedi gli ultimi video su : Coronavirus
Scritto da Mario Ferrazzuolo
zazoom
- 5 5 5
© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore - Immagini e foto presenti sono a scopo esemplificatico
Cerca Tags : SaluteCoronavirusrallentanocontaginumero Di' la tua e commenta questo post!