Le mamme più vecchie d'Europa sono le ItalianeIl Principe William non deve fare il Re? La confessione di Lady DianaTanti auguri Leone! Fedez e Ferragni e l'imprevisto al soffio della ...Grazie papà! Ambra Angiolini e la dedica inaspettata per Francesco ...Tanti auguri Carletto! L'ex campione Mazzone spegne 82 candelineUcciso un crociato italiano! Lorenzo Orsetti combatteva contro l'IsisIo sono fascista! La candidata leghista Gerarda Russo contestata sul ...Chiara Maci blog, ricette, figlia, Filippo La Mantia, la food blogger ...Con l’Ecmo portatile l’Opa ancora di più eccellenza della ...Ne avrei fatto volentieri a meno! Gianluca Vialli parla del cancroFredda, disposta a tutto! Eva Henger contro Alessia Marcuzzi ... poi ...I Supereroi acrobatici che dal cielo hanno salutato i bimbi ricoveratiVergognati! Il calciatore Balotelli contro Barbara D'UrsoPerchè l'hanno premiata? Premio Socrate a Wanda NaraStavo perdendo tutta la mia vita! Clementino, il vuoto, le dipendenze ...
di

Perché Facebook non ruba i nostri dati ... siamo noi che siamo scemi digitali

Perché Facebook non ruba i nostri dati ... siamo noi che siamo scemi digitali
Non è la prima volta che parlo di dati personali e Internet, quindi eviterò di fare come quei ...
Perché Facebook non ruba i nostri dati ... siamo noi che siamo scemi digitali

Perché Facebook non ruba i nostri dati ... siamo noi che siamo scemi digitali
Non è la prima volta che parlo di dati personali e Internet, quindi eviterò di fare come quei musicisti che campano anni e anni cambiando qualche nota del loro stesso tormentone.La prima consapevolezza che dobbiamo assumere è che in tasca non abbiamo più solo un telefono, ma Internet, e che qualsiasi cosa facciamo con il nostro smartphone non resta solo all’interno del nostro dispositivo, o in quello di chi riceve, ma finisce, per sempre, anche nelle mani di altri. Dei giganti del digitale: Google, Facebook, Amazon, e poi ancora Apple, Microsoft, eccetera.

Sono loro i proprietari del web, e noi, abbiamo accettato e accettiamo continuamente le loro regole. Perché sì, inutile nasconderlo: tutti, professionisti o meno del digitale, in meno di un secondo andiamo subito a cliccare su “Accetto” e “Ok, iscrivimi” senza neanche leggere cosa dicono quelle informative chilometriche che ci vengono sottoposte quando apriamo un account Gmail, o ci iscriviamo a Netflix con il social login di Facebook o Google.
Leggi Facebook su ninjamarketing
Zazoom Tv - Live Video Breaking News
Segui gli aggiornamenti e vedi gli ultimi video su : Facebook
Scritto da Redazione Zazoom
zazoom
- 5 5 5
© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore - Immagini e foto presenti sono a scopo esemplificatico
Cerca Tags : WebFacebookrubadatiGoogle Di' la tua e commenta questo post!